Collezione Alfabeto per HiMade

Anno: 2024
Progetto: Davide Vizzini
Collaboratori: Zuzana Kulhankova
Commessa: Design Collezione
Cliente: HiMade

Punto di partenza
: multistrato di betulla proveniente da avanzi di produzione industriale.

Obiettivo: dare nuovo significato al materiale ed alla sua storia.
Abbiamo perseguito l’obbiettivo alla lettera: inventando nuove lettere.
Questi segni compongono le parole di una lingua fatta di materiale, forma e colore.
Combinando questi segni grafici, ogni elemento è una parola.
Ognuno di questi oggetti scandisce letteralmente i propri significati e racconta la propria storia usando una lingua inesistente. Questi segni compongono le parole di una lingua fatta di materiale, forma e colore. Ogni elemento della serie è una parola, ogni stanza è una frase la collezione è una storia. Si possono scrivere storie con il  design? Si può scrivere con gli oggetti? In una lingua che non esiste.

Abbiamo inventato le lettere di un alfabeto che non c’è. Nella storia che stiamo scrivendo si racconta la strada da cui proveniamo. Nella storia che stiamo scrivendo si racconta il futuro. Si possono scrivere storie con il design? Si può raccontare attraverso gli oggetti? Questi oggetti sono parole e raccontano storie. Ogni elemento della serie è una parola, ogni stanza è una frase ALFABETO è una storia. himade produce utilizzando multistrato di betulla proveniente da avanzi di produzione industriale. himade immagina una nuova vita per il materiale, ne riscrive la storia, inventa nuovi significati e ne risveglia l’essenza naturale.